Oggi si commemora il 23° anniversario del genocidio di Srebrenica

Oggi si commemora il 23° anniversario del genocidio di Srebrenica

11/07/2018

Migliaia di persone stanno affluendo al Memoriale e cimitero di Potocari, alle porte di Srebrenica, per commemorare le 8.372 vittime del genocidio del luglio 1995 e assistere ai funerali delle 35 vittime esumate dalle fosse comuni e identificate quest'anno.

Nel pomeriggio di ieri sono arrivati a Potocari 6.000 partecipanti alla Marcia della pace: giovani e anziani, donne e uomini, bosniaci e stranieri, i pochi sopravvissuti al massacro, hanno percorso a ritroso la via della morte sulle orme dei 15.000 uomini e ragazzi che, attraverso i boschi, cercarono la salvezza a Tuzla, zona sotto il controllo delle forze governative, dopo la conquista di Srebrenica da parte delle truppe serbe al comando del generale Ratko Mladic.

Nel cimitero di Potocari oggi riposano le spoglie di 6.575 vittime, mentre altre 500 sono sepolte altrove per volere dei familiari. Tra quelle che saranno tumulate oggi ci sono quattro ragazzi di età fra 16 e 17 anni. La vittima più giovane è Vesid Ibric, di 16 anni, e il più anziano è Sahin Halilovic, ucciso all'età di 71 anni. Verrà sepolta anche una giovane, la ventenne Remzija Dudic.

Per l'eccidio di Srebrenica tribunali internazionali e bosniaci hanno condannato finora 45 persone a un totale di 700 anni di reclusione.

Tra questi l'ex leader politico dei serbo-bosniaci Radovan Karadzic, condannato a 40 anni di reclusione, mentre al comandante militare serbo bosniaco, Ratko Mladic, i giudici hanno comminato in primo grado l'ergastolo.

Alla commemorazione di oggi sono attese 30.000 persone.

 

(Fonte: www.ansamed.info)

< Archivio

Iscrivendoti alla newsletter di Gruppo Europa avrai la possibilità di ricevere tutte le informazioni in merito a novità normative sul mondo immigrazione, novità sui servizi offerti dalle nostre agenzie e news sul mondo Gruppo Europa.
Il servizio è semplice e gratuito












I campi contrassegnati con * sono obbligatori.