Codice Etico

L’obiettivo primario del codice etico è quello di rendere comuni e diffusi i valori in cui l’azienda si riconosce, facendo sì che l’agire quotidiano di ogni individuo all’interno dell’azienda sia coerente non solo con gli interessi e i diritti personali, ma anche con quelli della collettività. Nello stesso tempo il codice etico ha lo scopo di valorizzare la distintività dell’azienda di fronte ai clienti, ai fornitori e all’ambiente sociale nel quale opera.
 

Gruppo Europa ha da subito tracciato un percorso attraverso il quale ha scoperto le proprie radici etiche. Solo dopo aver portato alla luce il proprio sistema di valori, la propria identità, la propria storia, il senso profondo della promessa rivolta ai clienti e i fondamenti del patto stabilito con dipendenti e collaboratori, ha redatto a chiare lettere il codice etico e ha pensato a come comunicarlo e mantenerlo vivo con adeguati programmi di formazione e sensibilizzazione continua sulle problematiche suscitate dal rispetto delle regole comportamentali  poste a base della attività. La società rivolge poi il sistema normativo che si è dato a tutti i terzi che operano con la medesima, rifiutandosi di iniziare o proseguire qualsia rapporto che non si conformi ai principi ispiratori di legalità e rispetto contenuti nel codice etico.

TUTTI NOI DOBBIAMO IMPEGNARCI AD ESSERE LEADER ETICI, PER LA RAGIONE CHE TALE LEADERSHIP E’ ESSENZIALE PER IL NOSTRO SUCCESSO

                                              

Lo stile “Gruppo Europa”

Il nostro stile vuole rappresentare un’azienda matura e responsabile verso l’individuo e l’ambiente. Vogliamo far bene e con dignità il nostro mestiere, avere rispetto delle regole ispirandoci a principi e valori condivisi, che si rifanno al consenso e non  all’obbedienza. La condivisione e l’applicazione dei principi raccolti in questo documento portano a definire lo stile Gruppo Europa.

Questo documento vuole essere un contratto morale sottoscritto dalla proprietà, da tutti i dipendenti, collaboratori e fornitori. Deve diventare un vincolo morale personale. Non servirà a rafforzare direttamente la nostra posizione competitiva ma lo farà indirettamente con il comportamento coerente e omogeneo di tutti gli attori non dimenticando che “la più grande forma di autorevolezza è l’esempio”. Gruppo Europa  non instaurerà o proseguirà rapporti con chiunque rifiuti di rispettare i principi del Codice o, dopo averne preso visione, manifesti comportamenti in contrasto con le Norme in esso contenute.

In particolare, a tutti i collaboratori è chiesto di:

• agire e comportarsi in linea con quanto indicato nel Codice;

• segnalare  tutte le violazioni del Codice, non appena se ne viene  a conoscenza;

• cooperare nella definizione e nel rispetto delle procedure interne predisposte per dare attuazione al Codice;.

Gruppo Europa chiede anche a Fornitori, Partner e affiliati una condotta in linea con i principi contenuti nel Codice.

 

Lealtà e trasparenza

I collaboratori mantengono una condotta personale integra, equilibrata e rispettosa dell’individualità altrui e ispirano i propri comportamenti a principi di onestà, legalità, correttezza, trasparenza e buona fede rispetto a tutti i  soggetti con i quali entrano in contatto, per qualsivoglia motivo, nello svolgimento delle proprie attività.

La proprietà e il management sono tenuti  ad essere d’esempio per integrità, trasparenza e lealtà, e a disincentivare atteggiamenti non in linea con i valori dell’azienda.

Il mancato rispetto dei comportamenti virtuosi richiesti sarà motivo di valutazione da parte della proprietà e laddove necessario e possibile di sanzionabilità con tutti gli strumenti previsti dalle norme di legge regolamentari e conformi alla tutela dei diritti inalienabili dei lavoratori e dei terzi.

 

LAVORARE INSIEME E AVERE IL CORAGGIO DI FARE LA COSA GIUSTA

 

Attenzione alla persona

Nell’azienda le persone rappresentano un valore assoluto e imprescindibile: è con il loro personale contributo che l’azienda  ha raggiunto, e può mantenere, il proprio posizionamento e la propria credibilità sul mercato.

Con questa consapevolezza, il management è tenuto a:

• garantire condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale;

• coinvolgere tutte le persone nel raggiungimento degli obiettivi comuni;

• diffondere le informazioni; stimolare il lavoro di gruppo e la collaborazione interfunzionale;

• valorizzare e favorire la crescita dei collaboratori senza alcuna discriminazione, premiando le prestazioni eccellenti e incoraggiando l’espressione delle convinzioni ed opinioni personali di ciascuno;

• comprendere e soddisfare le esigenze personali e familiari di ciascuno, compatibilmente con le necessità aziendali.

 

I MANAGER, I DIPENDENTI E GLI  AFFILIATI HANNO UNA RESPONSABILITA’ CONDIVISA DI IDENTIFICARSI NEGLI OBIETTIVI E VALORI COMUNI

 

Lavoro di squadra

Essere e sentirsi parte di un gruppo è un diritto di tutti. Formare una squadra vincente è un dovere del Management.

I capi sono tenuti a incentivare il lavoro di squadra fra i collaboratori, a motivarli e coinvolgerli, a favorire incontri che sviluppino la socializzazione, a stimolare la costruzione di gruppi di lavoro interfunzionali efficienti ed efficaci, a partecipare con professionalità massima collaborazione e orientamento al risultato le attività, le iniziative, i progetti per i quali venga richiesto un loro contributo.

 

Senso di appartenenza

Avere senso di appartenenza all’azienda significa condividere i medesimi obiettivi, essere orgogliosi di far parte del Gruppo Europa e assistersi reciprocamente, fornendo incoraggiamenti e aiuti, soprattutto nei momenti di difficoltà.

I collaboratori sono tenuti a rispettare l’Azienda nella sua totalità, operando con profitto e con la massima professionalità, e ad utilizzare in modo oculato i beni e le risorse aziendali.

Chiunque operi all’interno di Gruppo Europa  è tenuto a difenderne l’immagine sul posto di lavoro e nella propria vita sociale, manifestando apertamente contrarietà e contrapposizione verso le persone che mettono in atto comportamenti non in linea con i valori dell’azienda.

 

Cambiamento

Il cambiamento è il motore delle aziende moderne, che devono sapersi adattare agli scenari di un mercato in continua evoluzione.

In questo contesto, il Management è tenuto ad anticipare, favorire e assecondare il cambiamento, adattandovisi con flessibilità di pensiero e di approccio e promuovendo il medesimo comportamento nei propri collaboratori.

Il Management, inoltre, è tenuto a proporre e a realizzare programmi che accrescano i valori di natura economica e non economica dell’Azienda, assicurando nel contempo il rendimento e la salvaguardia dell’investimento della proprietà proteggendo gli interessi di lungo periodo di tutti gli altri.

 

Eccellenza nel servizio

La soddisfazione del cliente è il principio ispiratore della nostra attività di conduzione del business.

Tutti i collaboratori hanno il preciso compito di migliorare costantemente la qualità del servizio offerto ai clienti attraverso:

• l’utilizzo di strumenti di ascolto e di monitoraggio delle loro aspettative e dei livelli di soddisfazione espressa;

• l’ottimizzazione dei processi interni e la ricerca di livelli di eccellenza nelle attività, nei servizi e nelle procedure interne;

• lo svolgimento della propria attività con professionalità, precisione e rapidità di decisione ed esecuzione.

 

Impegno sociale e ambientale

Sostenere attività di carattere sociale, umanitario, ambientale e portare avanti attività in tema di salute e sicurezza nel proprio ambiente di lavoro significa interagire

attivamente con la Società Civile, proponendosi come soggetto protagonista nel raggiungimento del benessere sociale.

Tutti i collaboratori sono chiamati a partecipare con professionalità e massima collaborazione alle iniziative a scopo sociale organizzate dal Gruppo Europa  e sono tenuti ad adottare comportamenti rispettosi dell’ambiente e della salute, propria e dei colleghi.

Il Management è tenuto a favorire e sviluppare comportamenti solidali e leali fra i collaboratori, nonché a essere promotori di comportamenti virtuosi e legalitari da parte dei medesimi, anche e soprattutto attraverso l’esempio.

 

LA DECISIONE DI AGIRE NEL GIUSTO POTREBBE EVITARE DANNI ALLA GENTE, ALL’AMBIENTE O ALL’AZIENDA

 

Etica nella gestione degli affari e delle attività aziendali

 

Relazioni con gli affiliati

L'azienda quando opera al servizio degli affiliati  si impegna a:

• mantenere rapporti aperti, trasparenti e collaborativi sia con le sedi, sia con gli operatori di filiale;

• remunerare in modo equo e trasparente le attività svolte dagli affiliati a sostegno della diffusione del marchio;

• soddisfare tempestivamente le esigenze espresse in termini di servizi flessibili e personalizzati;

• essere punto di riferimento degli affiliati aderenti nella fornitura di servizi a valore aggiunto per l’intera catena del valore.

 

Relazioni con i Clienti

Tutti i collaboratori del Gruppo Europa , in relazione alle proprie mansioni e nei rapporti con i Clienti, sono tenuti a:

• mantenere un comportamento corretto, cordiale e disponibile in qualsiasi situazione;

• impegnarsi a fondo per la risoluzione di eventuali problemi;

• fornire informazioni chiare e veritiere;

• segnalare al proprio superiore qualsiasi problema o criticità;

• tutelare la reputazione del Gruppo, della proprietà, dei capi e dei colleghi.

 

Relazioni con i Partner

Il Gruppo Europa può intraprendere iniziative commerciali e di marketing congiuntamente ad altri soggetti.

Nello sviluppo di queste iniziative tutti i collaboratori devono:

• instaurare rapporti solo con Partner che si ispirino a principi etici assimilabili a quelli del Gruppo Europa;

• accertarsi che il Partner operi in linea con quanto prescritto dal Codice;

• assicurare la trasparenza degli accordi;

• mantenere con i Partner rapporti aperti, trasparenti e collaborativi;

• segnalare tempestivamente al proprio superiore qualsiasi comportamento che appaia contrario ai principi del Codice.

 

Relazioni con i Fornitori

I rapporti con i Fornitori possono essere gestiti soltanto dalle funzioni e dai collaboratori a ciò delegati. Nessun collaboratore del Gruppo Europa, anche se soggetto a pressioni, deve promettere e/o versare somme, promettere e/o concedere beni di qualsiasi genere o altri benefici, anche indiretti, a Fornitori, con la finalità di promuovere o favorire interessi della Gruppo Europa.

Nessun collaboratore del Gruppo Europa può eludere le suddette prescrizioni, ad esempio ricorrendo a forme diverse di aiuti o contribuzioni sotto veste di sponsorizzazioni, incarichi, consulenze, pubblicità, etc. che abbiano le finalità sopra citate. Gruppo Europa si impegna a mantenere la massima puntualità nei pagamenti delle prestazioni svolte dai Fornitori.

 

Relazioni con i Consulenti

Tutti i dipendenti del Gruppo Europa, in relazione alle proprie mansioni, devono:

• valutare attentamente l’opportunità di avvalersi di Consulenti e Collaboratori Esterni;

• ottenere dal Collaboratore Esterno o dal Consulente l’assicurazione di un costante soddisfacimento del più conveniente rapporto qualità/prezzo, con attenzione ai tempi di esecuzione delle attività assegnate;

• richiedere ai Collaboratori Esterni e ai Consulenti di attenersi ai principi del presente Codice;

• segnalare tempestivamente al proprio superiore qualsiasi comportamento del Collaboratore Esterno o del Consulente che appaia contrario ai principi del Codice.

 

Rapporti con la concorrenza

L’attività di sviluppo commerciale deve svolgersi nel rispetto di corretti principi economici, nel regolare contesto di mercato, e in leale competizione con i Concorrenti.

 

PERSEGUIRE IL SUCCESSO CON LEALTA’ E’  IL NOSTRO MASTER

 

Rapporti con le Istituzioni

I rapporti del Gruppo Europa con le Istituzioni Pubbliche locali, nazionali, comunitarie e internazionali sono intrattenuti dai collaboratori allo scopo incaricati, nel rispetto della normativa vigente e sulla base dei principi generali di correttezza e di lealtà.                                              

Allo stesso modo vengono gestiti i rapporti con Pubblici Ufficiali o incaricati di pubblico servizio, ovvero organi, rappresentanti, mandatari, esponenti, membri, dipendenti, consulenti, incaricati di pubbliche funzioni, di Pubbliche Istituzioni, di Pubbliche Amministrazioni, di enti pubblici, anche economici, di enti o società pubbliche di carattere locale, nazionale o internazionale.

Nei casi di partecipazione a gare, Gruppo Europa si propone di operare nel rispetto della legge e della corretta pratica commerciale.

Fermi restando tutti gli obblighi imposti dalla vigente normativa in materia, Gruppo Europa si astiene - nel corso di trattative d’affari, di richieste o di rapporti commerciali con le Istituzioni o con Pubblici Funzionari - dall’intraprendere (direttamente o indirettamente) le seguenti azioni:

• esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare dipendenti delle Istituzioni o Pubblici Funzionari, a titolo personale;

• offrire, o in alcun modo fornire, accettare o incoraggiare omaggi, favori o pratiche commerciali o comportamentali che non siano improntati alla più aperta trasparenza, correttezza e lealtà e, in ogni caso, che non siano conformi alla vigente normativa applicabile;

• sollecitare o ottenere informazioni riservate che possano compromettere l’integrità o la reputazione di entrambe le parti o che comunque violino la parità di trattamento e le procedure di evidenza pubblica attivate dalle Istituzioni o da Pubblici Funzionari.

 

L’INTEGRITA’ E LA RESPONSABILITA’ SONO ALLA BASE DELLA NOSTRA POSIZIONE ATTUALE E DEL NOSTRO SUCCESSO  AZIENDALE

 

Trattamento delle informazioni riservate

Nell’ambito dello svolgimento delle proprie attività, i collaboratori del Gruppo Europa che venissero a conoscenza di dati sensibili e informazioni riservate si impegnano a trattarle in ottemperanza a tutte le leggi vigenti in materia di riservatezza e alle migliori prassi per la protezione della privacy.

Sono considerate informazioni riservate:

• i dati (contabili e personali) dei Clienti;

• i progetti, le iniziative e gli accordi attinenti la sfera di attività del Gruppo Europa  che non siano di dominio pubblico;

• i dati contabili previsionali e quelli consuntivi  della Gruppo Europa  fino a che non siano oggetto di diffusione al pubblico con la redazione  del bilancio d’esercizio.

I collaboratori che, per ragioni d’ufficio, venissero a conoscenza di un’informazione riservata, non devono comunicarla a terzi se non per ragioni d’ufficio o professionali e soltanto previa autorizzazione del proprio responsabile.                                              

Nelle comunicazioni a terzi deve essere dichiarato il carattere riservato delle informazioni trasmesse e l’obbligo alla riservatezza anche da parte del soggetto terzo. La circolazione interna e verso terzi dei documenti attinenti le informazioni riservate deve essere organizzata in modo attento e scrupoloso onde evitare pregiudizi nei confronti del Gruppo Europa  ed indebite divulgazioni.

Tutte le informazioni che non siano di pubblico dominio devono considerarsi riservate ed essere utilizzate ai soli fini dello svolgimento della propria attività lavorativa.

In particolare è fatto divieto di consultare dati riservati a scopi non professionali. Ogni violazione sarà oggetto di specifico provvedimento disciplinare.

 

Trasparenza della contabilità

Il Gruppo Europa è consapevole dell’importanza della trasparenza, accuratezza e completezza delle informazioni contabili e si adopera per disporre di un sistema amministrativo-contabile affidabile nel rappresentare correttamente i fatti di gestione e nel fornire gli strumenti per identificare, prevenire e gestire i rischi di qualsivoglia natura, le frodi e i comportamenti scorretti.

Tutte le operazioni e transazioni di qualsivoglia genere e con qualsiasi controparte devono trovare adeguata registrazione in ossequio agli specifici standard normativi e regolamentari per singola area di appartenenza e deve comunque essere tracciabile tutto il processo decisionale, autorizzativo e di svolgimento.

Tutte le operazioni devono essere completamente documentate con adeguati supporti fisici e tecnologici al fine di poter svolgere sia in via preventiva, sia in via consuntiva, ogni tipo di controllo che possa essere reputato necessario od opportuno al fine di verificare la correttezza di quanto eseguito. In tal senso, rimane prerogativa essenziale di ogni dipendente e collaboratore la messa in uso di tutti gli accorgimenti affinché tutte le operazioni compiute possano essere verificate e controllate con riferimento al soggetto che le ha seguite, autorizzate, registrate, verificate ed eseguite.

Le rilevazioni contabili, e i relativi documenti, devono essere basati su informazioni precise, esaurienti e verificabili, e devono riflettere la natura dell’operazione cui fanno riferimento nel rispetto dei vincoli esterni (norme di legge e principi contabili), nonché delle politiche, dei piani, dei regolamenti e delle procedure interne; inoltre, devono essere corredati della relativa documentazione di supporto necessaria a consentire analisi e verifiche obiettive. Tutti i collaboratori sono tenuti ad operare affinché i fatti di gestione siano rappresentati correttamente e tempestivamente, in modo che il sistema amministrativo-contabile sia in grado di fornire tutte le informazioni richieste dalle normative civilistiche e fiscali, nonché dalle esigenze di una corretta gestione.  Tutti i collaboratori, a qualsiasi titolo coinvolti nelle attività di formazione del bilancio, devono tenere un comportamento corretto, trasparente e collaborativo, nel rispetto delle norme di legge e regolamentari e delle procedure aziendali, al fine di fornire alla proprietà e ai terzi un’informazione veritiera e corretta sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria del Gruppo Europa.

Tutte le azioni, le operazioni e le transazioni poste in essere nell’interesse o a vantaggio del Gruppo Europa devono essere ispirate alla legittimità sotto l’aspetto sia formale che sostanziale e alla chiarezza e verità nei riscontri contabili, secondo le norme vigenti e le procedure stabilite, e devono essere assoggettabili a verifica da parte degli organi interni di controllo.

IL CONTROLLO VA CERCATO PERCHE’ ALLA BASE DEL MIGLIORAMENTO E DEL PROGRESSO NELLA GIUSTA DIREZIONE.

 

Salute e sicurezza sul lavoro

Il Gruppo Europa opera lungo tutta la catena del valore, ricercando livelli ottimali nella qualità e ponendo grande attenzione al tema della sicurezza sul lavoro, anche attraverso notevoli investimenti in impianti e macchinari per migliorare gli standard di sicurezza.

La funzione competente vigila affinché l’ambiente di lavoro sia adeguato dal punto di

vista della sicurezza e della salute personale, in linea con il D.lg. 626/94 e secondo quanto previsto dal Sistema di Gestione Salute, Sicurezza e Ambiente (policies; progetti di educazione e prevenzione; campagne di sensibilizzazione).

 

Politica ambientale

Il Gruppo Europa  persegue i propri obiettivi coerentemente con la conduzione di una politica ambientale volta al miglioramento della performance del Gruppo in tal senso.

Tale politica si traduce:

• nell’adesione a progetti istituzionali in materia di sviluppo sostenibile, inteso come

“sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza

compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i loro” (Commissione mondiale dell’ambiente e dello sviluppo, 1987);

• nella pianificazione ed effettuazione di investimenti mirati al raggiungimento del miglior risultato possibile per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente e il risparmio energetico.

 

Etica del lavoro e tutela e valorizzazione dei collaboratori

 

Tutela della dignità e dell’integrità dei collaboratori

Il Gruppo Europa riconosce che le risorse umane costituiscono un indispensabile elemento per l’esistenza, lo sviluppo e il successo dell’azienda  e che la motivazione e la professionalità del proprio personale sono un fattore essenziale per il mantenimento della competitività e la creazione di valore per l’azienda stessa . Il Gruppo Europa  è pertanto impegnato a sviluppare le competenze e a stimolare le capacità e le potenzialità dei propri collaboratori, affinché trovino piena realizzazione nel raggiungimento degli obiettivi assegnati. Il Gruppo Europa offre pari opportunità di lavoro a tutti i collaboratori sulla base delle specifiche qualifiche professionali e capacità di rendimento, senza alcuna discriminazione. La funzione competente seleziona, assume e gestisce il personale in base a criteri di competenza e di merito, senza alcuna considerazione di razza, credo religioso, sesso, età, discendenza. Nei rapporti gerarchici, l’autorità deve essere esercitata con equità, rispetto e moderazione, evitando ogni abuso. in particolare, va evitato qualsiasi esercizio del potere lesivo della dignità dei collaboratori, e le scelte di organizzazione del lavoro devono sempre salvaguardare il valore dei singoli rapporti. I rapporti tra i collaboratori, a tutti i livelli, devono essere improntati alla correttezza, alla collaborazione, alla lealtà e al reciproco rispetto.

 

Situazioni di conflitto di interessi

Tutti i collaboratori devono assicurare che ogni decisione di business sia presa nell’interesse del Gruppo Europa ; per questo motivo, essi devono evitare qualsiasi situazione di conflitto d’interesse tra attività economiche personali e mansioni ricoperte nel Gruppo Europa .Qualora un collaboratore si trovi in una situazione che, anche potenzialmente, può costituire o determinare un conflitto d’interessi, deve segnalarla per iscritto e tempestivamente al proprio superiore, affinché ne sia valutata l’effettiva presenza e definito l’eventuale intervento. A titolo esemplificativo, e non esaustivo, possono determinare conflitti d’interesse le seguenti situazioni:

 • avere interessi economici e finanziari (possesso significativo di azioni, incarichi professionali, etc.) con Clienti, Fornitori o Concorrenti;

• svolgere attività lavorativa presso Clienti, Fornitori o Concorrenti;

• accettare denaro, regali o favori di qualsiasi natura da persone, aziende o enti che sono o intendono entrare in rapporti d’affari con il Gruppo Europa;

• utilizzare la propria posizione in azienda o le informazioni acquisite nel proprio lavoro in modo che si possa creare conflitto d’interessi tra la persona e l’azienda.

Sono proibiti comportamenti collusivi, favori, pressioni e sollecitazioni verso terzi, al fine di ottenere vantaggi personali e/o di carriera per sé o per altri.                                         

 

Uso corretto dei beni aziendali

Negli orari di lavoro, e utilizzando gli strumenti di lavoro, i collaboratori non possono svolgere attività che non siano strettamente connesse con i doveri d’ufficio e/o che entrino in conflitto con gli interessi dell’azienda. Ogni collaboratore è responsabile solo e unico delle risorse a lui affidate, e ha il dovere di utilizzare i beni e le risorse aziendali a cui ha accesso in modo efficiente e con modalità idonee a proteggerne il valore.  E’ vietato ogni utilizzo di detti beni e risorse che sia in contrasto con gli interessi del Gruppo Europa  o sia dettato da motivi professionali estranei al rapporto in essere con il Gruppo Europa stesso. A titolo puramente esemplificativo e non esaustivo sono considerate risorse aziendali: articoli di cancelleria, strumenti informatici, posta elettronica, arredi, gadget.

                                              

Omaggi e liberalità

E’ fatto divieto di offrire, direttamente o indirettamente e a titolo personale, denaro, regali o benefici di qualsiasi natura a Clienti, Fornitori, Partner e a chiunque abbia rapporti con  Gruppo Europa , allo scopo di trarre indebiti vantaggi. Atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, sono consentiti solo ed esclusivamente dietro autorizzazione del responsabile, purché di modico valore e comunque tali da non compromettere l’integrità e la reputazione di una delle parti, e da non influenzare l’autonomia di giudizio del destinatario. Allo stesso modo i collaboratori  del Gruppo Europa  non possono ricevere omaggi, inviti o trattamenti di favore, se non nei limiti delle normali relazioni di cortesia e purché di valore puramente simbolico. Negli altri casi, i collaboratori sono tenuti a segnalare l’episodio al proprio superiore, che valuterà se provvedere alla restituzione o all’impiego più opportuno di quanto ricevuto e, in tal caso, farà presente al donatore i principi del Gruppo Europa  in materia.

 

Etica nella comunicazione e nelle relazioni esterne

 

Rapporti con i mezzi di informazione

La comunicazione verso i mezzi di informazione svolge un ruolo importante ai fini della valorizzazione dell’immagine di Gruppo Europa. Pertanto, tutte le informazioni riguardanti Gruppo Europa devono essere fornite in maniera veritiera, omogenea e trasparente, e soltanto dal responsabile preposto a questa mansione .

Tutti gli altri collaboratori non devono fornire informazioni di qualsivoglia natura relative al Gruppo Europa  a rappresentanti della stampa e dei mass media in genere, né avere con questi alcun tipo di contatto volto alla diffusione di notizie aziendali, avendo cura di trasferire alla funzione competente della azienda qualsiasi richiesta pervenuta in tal senso.

                                            

Comunicazione istituzionale

Le informazioni relative a Gruppo Europa sono improntate alla massima trasparenza e veridicità dei dati forniti. Nei casi di partecipazioni a convegni, congressi e seminari, di redazione di articoli, saggi e pubblicazioni in genere, di partecipazioni a pubblici interventi, le informazioni fornite relativamente alle attività, ai risultati, alle posizioni e alle strategie del Gruppo Europa  possono essere divulgate solo se  già rese pubbliche.

                                          

Comunicazione pubblicitaria

Il Gruppo Europa si impegna a fornire, attraverso i propri strumenti di comunicazione periodici (newsletter, web, etc.) e i materiali promo-pubblicitari, informazioni e comunicazioni chiare, corrette, aggiornate e trasparenti. I collaboratori che rilevino anomalie e/o errori nelle informazioni riportate all’interno degli strumenti/materiali di comunicazione sono tenuti a segnalarlo tempestivamente al responsabile aziendale della comunicazione.

 

Comitato Etico

Ogni violazione del Codice deve essere portata a conoscenza del Comitato Etico, che è l’organo di controllo preposto a vigilare sull’applicazione dei principi contenuti nel Codice e a definire i provvedimenti disciplinari/le sanzioni per le gravi violazioni.

Il Comitato Etico è composto dall’amministratore unico della Gruppo Europa e dal  Business development manager .

I collaboratori del Gruppo Europa , quali destinatari del presente Codice Etico, sono tenuti ad attenersi ai principi nello stesso contenuti.

In nessun caso il perseguimento dell’interesse delle società del Gruppo Europa  può giustificare una condotta in violazione e/o in difformità di tali disposizioni e procedure.

Qualora il collaboratore venga a conoscenza di situazioni contrarie ai principi espressi dal Codice, deve immediatamente informare il Comitato Etico).

Sara’ cura del Comitato etico promuovere l’adeguata formazione circa il Codice etico presso dipendenti e collaboratori e tenere manutenuto questo con periodiche attività di formazione  e aggiornamento.

Il Comitato può assoggettare a provvedimento disciplinare la mancata osservanza del dovere d’informazione da parte dei collaboratori.

Ai Fornitori, ai Clienti, ai Partner e agli altri soggetti destinatari del presente Codice è richiesto di attenersi alle norme in esso contenute.

 

 

CONCLUSIONE

 

PER ESSERE CERTI CHE SI E’ DIRETTI NELLA GIUSTA DIREZIONE, OCCORRE TENERE UNA COPIA DI QUESTO CODICE SULLA PROPRIA SCRIVANIA O NELLA AREA DI LAVORO PER CONSULTARLO FACILMENTE.
COSA PIU’ IMPORTANTE OCCORRE PRENDERE TEMPO PER PENSARE IN QUALE MODO E’ POSSIBILE VIVERE I NOSTRI VALORI DI SICUREZZA INTEGRITA’ COLLABORAZIONE UNITA’ RESPONSABILITA’ AFFIDABILITA’ LAVORANDO INSIEME , METTENDO IN PRATICA I VALORI OGNI GIORNO E IN OGNI COSA CHE FACCIAMO RAGGIUNGEREMO L’OBIETTIVO DI ESSERE I MIGLIORI, LA MIGLIORE RETE E IL MIGLIOR NETWORK DI ASSISTENZA ALLO STRANIERO.